Borrello

Capriolo salvato su Ss16 e curato da Asl

Storia a lieto fine per un capriolo salvato dal servizio Sanità animale della Asl Lanciano Vasto Chieti dopo essere rimasto impigliato tra arbusti e rovi ai bordi della Ss 16 a Rocca San Giovanni (Chieti). L'allarme è stato lanciato dai Carabinieri Forestali di Lanciano i quali hanno aperto un varco per consentire ai veterinari di sedare l'animale per poterlo estrarre e curare. Il capriolo è stato visitato dal veterinario Vincenzo Caporale, trasferito nel canile sanitario di Lanciano per la cura delle ferite all'altezza della coda, poi sottoposto a radiografia per verificare fratture e a controlli ematici per scongiurare la presenza di malattie trasmissibili all'uomo o proprie della specie. Risultato sanissimo, dopo essere stato stabilizzato e identificato con impianto di microchip, il capriolo è stato trasportato al Centro recupero fauna selvatica dei Carabinieri Forestali di Pescara. Soddisfatto per l'esito dell'intervento il direttore del servizio Sanità animale della Asl Giovanni Di Paolo.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie